Passa ai contenuti principali

Post

Spiritualità nel 2000

  SPIRITUALITA’ NEL 2000 A differenza di ciò che ad ognuno di noi pare logico pensare, ovvero di essere persone sufficientemente evolute ed autodeterminanti, in realtà per chi li sa vedere, coesistono dentro di noi molti tratti che non denotano dei segni distintivi, ma un conflitto tra diverse parti che lottano per prendere il sopravvento a seconda della situazione che stiamo vivendo. Come se non fossimo una cosa sola, o integra, e non è difficile riconoscerlo quando notiamo che in alcune circostanze della vita è l’insicurezza a prendere il sopravvento, mentre in altre situazioni analoghe manifestiamo tutto il contrario, come ad esempio avviene nel relazionarsi con gli altri. Per questo motivo a volte siamo più disponibili verso la vita, mentre in altre situazioni esplodiamo di gelosia e tendiamo a prevaricare manifestando ottusità, seguendo un turbinio di emozioni senza batter ciglio che prima ci solleva e poi ci schiaccia, trovando la cosa normale e spontanea, senza mai porsi nel dub
Post recenti

Omaggio al Prof. Roberto Assagioli

  LO SCIENZIATO DELLO SPIRITO Roberto Assagioli 1888 - 1974 “Chi voglia ricercare sinceramente la conoscenza di sé ed accingersi seriamente al controllo ed allo sviluppo delle proprie energie psichiche e spirituali deve anzitutto riconoscere l’esistenza e la realtà di un mondo interiore (..) La nostra civiltà tutta meccanizzata, materialistica, volta alla conquista dei beni e dei poteri terreni, ha distratto e assorbito nelle attività esterne l’attenzione, l’interesse, le energie degli uomini. Così è avvenuto che l’uomo moderno, il quale ha tanto accresciuto la propria conoscenza del mondo esterno, sondando con mirabili strumenti i misteri dell’infinitamente piccolo e dell’infinitamente grande, si trova perplesso e smarrito di fronte all’enigma del proprio essere. Egli che ha accortamente asservito e sfruttato per i suoi bisogni e per i suoi piaceri potentissime energie della natura, è invece zimbello e schiavo impotente delle forze passionali che si agitano ed erompono nella sua ani

Post di giugno 2020 - Alla ricerca di Dio

ALLA RICERCA DI DIO Dovremmo partire dal presupposto che Dio non è una cosa o una persona, ma un concetto, come ce ne sono molti, e per questa ragione può assumere diverse interpretazioni. Alcune di queste ragioni sono diffuse e condivise da un numero spropositato di persone, le quali trovano nelle diverse religioni una concezione adeguata in base alla propria cultura sociale. Chiaramente, indicando Dio come termine assoluto, non è possibile che ne esistano diversi, intendo con ciò un Dio cattolico, un Dio ebreo, un Dio arabo o un Dio orientale. La contesa, infatti, non riguarda tanto Dio, quanto l’interpretazione che si ha del suo concetto, che cambia ed è cambiato secondo il periodo storico e dell’area geografica. Le religioni tuttavia non sono un concetto, non sono assolute come Dio, e per quanto possano raccogliere il favore di molti, questo non significa che siano condivisibili da tutti. Tanto meno possiamo ritenere che il chiarimento di un concetto spiritua