Passa ai contenuti principali

L'ACQUA DENTRO AL PESCE



La vita molto spesso ci sa cogliere impreparati, ed è in questa condizione che lottiamo contro le difficoltà, partendo per così dire già in svantaggio perchè non sappiamo bene come affrontarle. Ognuno di noi non è semplicemente influenzato dal contesto in cui vive, senza saperlo e senza conoscerne le ragioni, ma è volutamente tenuto allo scuro dai falsi condizionamenti, affinchè non possa in alcun modo capire come esprimere le proprie potenzialità. Ettore, il protagonista di questo racconto, a causa di un incidente d'auto si risveglierà nel letto di un'ospedale dopo cinque anni di coma, ed avendo perso tutti i suoi riferimenti, dovrà ripartire con le sue sole forze da dove era rimasto. Ben presto, grazie al ricordo di un improbabile sogno fatto durante il coma, Ettore inizierà a sospettare che in realtà ciò che gli è accaduto nasconde un significato profondo, un compito preciso dal quale non potrà sottrarsi. La vita di Ettore infine s'intreccerà con l'eterna lotta tra il bene ed il male, e lo vedrà protagonista di un'avventura straordinaria, in cui per farcela potrà trovare la forza solo in se stesso.


«Credevo che la mia capacità di osservare fosse già più equilibrata della media, ma mi resi conto di non essere mai riuscito ad andare veramente a fondo nelle cose. I miei meccanismi erano un duro retaggio da trascendere in quel momento, ma l’ordine era categorico: rimanere presente e consapevole sarebbe stata la mia guerra parallela.»